ACCESSO ALL?AREA PRIVATA

Sei un nuovo utente ? Clicca per registrati gratuitamente

Già registrato ? clicca per effettuare l'accesso.

Minimo 5 caratteri

Minimo 8 caratteri

Innovare per trasformare – Executive.it

11.10.19 News
GN Techonomy, sul numero di Luglio/Agosto 2019 di Gartner Executive.IT, pone l’accento sulla trasformazione digitale e sugli strumenti (tra cui il cloud) che supportano il processo di cambiamento all’interno delle aziende.

La vera Digital Transformation si riesce ad innescare quando la spinta tecnologica è guidata e governata dalla conoscenza approfondita dei processi e degli accadimenti aziendali. Dal connubio tra questi due fattori scaturiscono i progetti di successo realizzati da GN Techonomy.

“Esperienza, know how e formazione continua ci consentono di mantenere uno standard qualitativo elevato ed essere un partner serio ed affidabile”, afferma Edoardo Volpi, ERP consulting Director di GN Techonomy.

Di seguito alcune testimonianze di aziende che hanno contribuito al successo dell’evento patrocinato da GN Techonomy ed Oracle svoltosi ad Erbusco (BS) il 19 luglio 2019 presso la Cantina Bellavista. Tema del meeting la Digital Transformation e gli strumenti e le metodologie per supportare il processo di cambiamento all’interno delle organizzazioni.

Alessandro Enriotti – IT Cloud Manager del Gruppo Terra Moretti, realtà attiva nel settore agroalimentare ed alberghiero – ha affermato: “La nostra esperienza con le tecnologie Cloud di Oracle è iniziata con l’acquisizione da parte del gruppo Moretti della casa vinicola Sella&Mosca. In questo contesto di fusione con le altre aziende della famiglia Moretti si è manifestata la necessità di dotare il Gruppo di un’unica piattaforma applicativa su un’u- nica infrastruttura”. Al momento della fusione Sella & Mosca era operativa su un’altra infrastruttura e utilizzava l’ERP SAP, mentre le altre realtà vinicole di proprietà di Terra Moretti non avevano un software gestionale in grado di sostenere l’intero Gruppo. “Oltre a dover definire una soluzione ERP consona al Gruppo – ha proseguito Enriotti – abbiamo dovuto anche interrogarci su come evolvere sul fronte infrastruttura, rispondendo alla domanda: ‘cloud si – cloud no’ (…) Lo scenario ‘no cloud’ come minimo deve garantire tre elementi: connettività, condizionamento e continuità elettrica. Ai quali si aggiunge la sicurezza logica (backup, sicurezza da attacchi) e quella fisica legata a situazioni quali allagamenti o incendi. Ci siamo interrogati anche sul ciclo di vita e i relativi costi di mantenimento ed espansione. La soluzione IaaS del Cloud Oracle ci ha permesso di smarcare le problematiche di una soluzione on premise e offerto la dinamicità per aggiornare rapidamente l’infrastruttura secondo necessità. Per la gestione dei processi del Gruppo abbiamo scelto l’ERP Oracle JD Edwards EnterpriseOne, implementato in 10 mesi con il supporto di GN Techonomy. Dopo un anno e mezzo dal go-live i vantaggi ottenuti sono molti: primo l’esserci dimenticati dei problemi legati alla gestione dell’infrastruttura, garantendo alle sedi continuità applicativa. Inoltre, grazie al know how di GN Techonomy, abbiamo impostato l’ERP per unificare i processi e ottenere basi dati e reporting puntuali per pianificare nuove strategie e guidare al meglio il futuro”.

Identità e convergenza

Davide Capelli, System Engineer di Fabbrica d’Armi Pietro Beretta, ha invece raccontato l’esperienza in una realtà industriale che produce e assembla armi, e prodotti annessi: “Le varie aziende del Gruppo hanno una propria identità, tuttavia a livello di sistemi informativi si punta sempre di più a una convergenza nella selezione delle soluzioni, e alla condivisione di best practice. Fabbrica d’Armi utilizza l’ERP Oracle JD Edwards per la gestione di alcuni processi, integrandolo con altre applicazioni realizzate da GN Techonomy come GN Mobile One per la gestione del magazzino, GN Pick to Light per il supporto in fase di picking e assemblaggio. GN Techonomy ci ha anche supportato nell’introdurre il Cloud, rispondendo all’esigenza di fornire al business risposte precise e in tempi brevi sui temi di Analytics e Blockchain. Abbiamo così realizzato un progetto di Business Intelligence, Oracle Analytics, permettendo al business di accedere ai dati e costruire report anche su esigenze immediate. Abbiamo, poi, iniziato la costruzione di un prototipo Blockchain per lavorare sui dati di matricola delle armi da tracciare e valorizzare anche in seguito alla vendita”.

“Ogni mercato ha le sue logiche, va compreso profondamente per costruire delle offerte adeguate, con l’innovazione che riguarda le tematiche di data flow, transformation e strategy”, ha infine spiegato Francesco Iarlori, Direttore innovazione di Halldis, società specializzata nella gestione di affitti brevi. Il suo management deve monitorare due aspetti diversi del business: “Il primo, quello relativo alla ‘revenue’ e il secondo, appunto di ‘innovation’. All’interno di questi aspetti è necessario individuare dei pattern per comprendere quanto sta accadendo e creare degli algoritmi conseguenti, ad esempio per stabilire il pricing di una stanza a seconda della tipologia di cliente che la richiede e della disponibilità del prodotto. Oppure sviluppare dei servizi fondamentali per agevolare il lavoro delle persone e definire processi e workflow. Ecco che in tutto questo il dato risulta fondamentale, e tra i vari sistemi che ci supportano c’è Oracle JD Edwards Enterprise One, oggi implementato in Cloud, database compreso. Il Progetto ‘Halldis 2020’, realizzato con GN Techonomy, ci ha permesso di arrivare alla definizione di una serie di servizi e di modelli a cui accedere tramite degli ‘assistant’, con condivisione di informazioni distribuite sia verso le agenzie di viaggio che internamente. Parliamo sì di Cloud, ma andando oltre, comprendendo microservizi e infrastruttura distribuita”.

↓ Guarda l’articolo come si presenta su Executive.it ↓
Click Here
Executive